a cena in tram, in giro per milano

domenica scorsa io e quello che fra troppo pochissimo tempo diventerà mio marito siamo usciti a cena e invece di mettere piede in uno dei tanti ristoranti che costellano la città, siamo saliti su un tram.
ai bordi della zona pedonale che circonda il castello, all’ombra di un gruppo di alberi alti, verdi e maestosi si trova una fermata speciale, che ti permette di trascorrere due ore e mezza mangiando a bordo di un vecchio tram che ti porta in giro per milano.
riuscire a prenotare questa meraviglia è lungo e complesso, pare ci siano mesi di lista d’attesa, ma ne vale veramente la pena.

risotti e dintorni

quando sali a bordo vieni catapultato immediatamente in un tempo antico, quello degli anni venti, quando ancora i tram avevano i sedili di legno (chi prende il 9 e il 29 li conosce bene…) ed erano l’unico mezzo di trasporto in città.
sul tavolo ci attendeva un misto di tartellette al salmone affumicato, basilico e gorgonzola e poco dopo la partenza l’unico cameriere presente a bordo ci ha raggiunti con un calice di prosecco.

risotti e dintorni

il tram ha percorso molto lentamente e stranamente privo di scossoni quasi tutte le zone principali della città (mancavano i navigli purtroppo) proponendoci come antipasto dei mondeghili con salsa di pomodoro, come primo un risotto all’amatriciana e come secondo costolette di agnello con scorzette di agrumi caramellate per poi concludere con una bonet con briciole di amaretto. il tutto innaffiato da un ottimo curtefranca che poco si sposava coi 40 gradi presenti in città ma che ha alleggerito i nostri pensieri e ci ha accompagnati egregiamente per tutta la serata.

atmosfera

atmosfera
mondeghili con salsa al pomodoro
risotti e dintorni
risotto all’amatriciana

e la città stava lì, pigra con i suoi 40 gradi di percepita, a farsi osservare da noi. ed è incredibile quanto sia bella: più la osservo, più la vivo e più me ne innamoro.
e la gente ci guardava stupita dai marciapiedi, nonostante l’iniziativa abbia preso piede ormai da svariati anni, è ancora difficile incrociare proprio quei due tram che procedono lentissimi per la città dal tramonto in poi…

atmosfera
l’arco della pace al tramonto
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: