risotto al barbaresco con taccole e formaggella bergamasca

non è che sia proprio proprio estate ancora eh. ma neanche primavera direi. anche quest’anno il caldo si sta facendo desiderare da molti. ma non da me.

il primo maggio siamo letteralmente scappati dalla giornata inaugurale di expo (e a ragione, oserò dire) per raggiungere alcuni amici in montagna, nella bergamasca. l’idea era quella di fare una bella grigliata nel loro giardino ma ovviamente c’erano dieci gradi e ovviamente pioveva. abbiamo scelto di fregarcene e abbiamo grigliato lo stesso alla faccia del cielo grigio e dell’erba bagnata e perdipiù, dopo aver letto le fiabe alle mie nipoti bevendo tennent’s, sono anche riuscita a fare incetta di formaggi locali in centro paese.

se da un lato non vedo l’ora di mangiare prosciutto e melone e di sbizzarrirmi nella creazione di insalate di riso rosso/rosa/nero e farro/orzo/bulgur/quinoa/cous cous… so già che la cucina invernale e i miei amati risotti mi mancheranno molto di qui a ottobre.
due giorni dopo la grigliata ho infatti deciso di sfruttare la spesa bergamasca e celebrare la fine di questo inverno, ma anche l’inizio di questa timida primavera, con uno dei miei risotti. l’ultimo della stagione, probabilmente.

ingredienti
olio evo
scalogno
taccole
riso carnaroli
vino barbaresco
brodo classico
burro
formaggella bergamasca

preparazione
dopo aver fatto imbiondire lo scalogno in padella con l’olio evo, ho saltato le taccole facendole leggermente abbrustolire (ci sono voluti pochi minuti). ho aggiunto il riso e, dopo i soliti 5 minuti di tostatura, sfumato con il barbaresco. quando tutto il vino si è asciugato, ho cominciato a integrare con il brodo classico che avevo precedentemente riscaldato. a cottura ultimata (sempre meglio tenere i chicchi leggermente indietro) ho aggiunto due pezzetti di burro e mantecato il tutto a fuoco spento con la formaggella bergamasca.

ne è uscito un risotto con un retrogusto di taccole molto presente, profumato di vino rosso antico e molto morbido grazie al sapore delicato della formaggella. l’ho inserito nei miei must. e chissà che non lo rifaccia di nuovo, in questi giorni… magari impiattando meglio.

risottiedintorni.com | risotto al barbaresco con taccole e formaggella bergamasca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: